Rivoluzione nel mondo degli NCC: ecco cosa sta succedendo

//Rivoluzione nel mondo degli NCC: ecco cosa sta succedendo

Rivoluzione nel mondo degli NCC: ecco cosa sta succedendo

Con l’appovazione del decreto legge, il Consiglio dei Ministri mette a rischio il futuro professionale di un’intera categoria, così come la possibilità di lavorare per gli 80.000 operatori NCC (noleggio con conducente) che svolgono il proprio servizio sul territorio nazionale.

Il Comitato di difesa NCC parla e sottolinea la necesità di una riforma seria che stabilisca delle regole chiare per tutti: dagli NCC ai taxi.

Ciò che serve è una visione innovativa e integrata della mobilità, che permetta di lavorare in sicurezza ed offrire un servizio efficiente per la cittadinanza.

Il Comitato di Difesa degli NCC infatti chiede di aprire subito un nuovo spazio di negoziazione per approdare a norme che siano realmente migliorative e permettano agli NCC e taxi di poter lavorare in stretta collaborazione ed a vantaggio dei cittadini.

La legge quadro cher egolamenta il settore dei trasporti è la legge n. 21 del 15 gennaio 1992: una legge promulgata tenendo in considerazione uno scenario diverso da quello attuale.

Nel 1992 la mobilità era diversa e internet con i relativi servizi non esistevano.

Da allora nessuna riforma è intervenuta, se non un decreto del 2008 che impone agli NCC di rientrare in rimessa, fortunatamente sospeso per i 10 anni consecutivi.

Purtroppo, quello che era nata come una proroga ad una legge ingiusta è diventata la prassi. Ed ecco spiegato il perché le autorizzazioni oggi circolanti sono così mal distribuite in Italia.

NCC e taxi svoglono attività e servizi diversi e solo apparentemente si può ostenere che ci sia una diretta concorrenza tra i due.

Se non verrà modificatonei termini consentiti dalla legge, in base al nuovo decreto gli NCC dovranno rispettare una serie di regole che di fatto rendono impraticabile la loro professione ed in particolare le telefonate di prenotazione delle corse dovranno passare per forza attraverso le rimesse all’interno del comune o della provincia e della città metropolitana che ha rilasciato l’autorizzazione.

Il decreto 143 del 29 dicembre mette in chiaro le cose

Tale decreto, in vigore dal 30 dicembre, ha definito natura, limiti e modalità d’intervento del servizio.

Per prima cosa è stato definito il termine NCC: un servizio che si rivolge ad un’utenza specifica che avanza apposita richiesta per una determinata prestazione a tempo e7o viaggio anche attraverso l’utilizzo di strumenti tecnologici.

MODIFICHE DELLE AUTORIZZAZIONI

Lo stazionamento dei mezzi deve avvenire all’interno di rimesse o presso i pontili di attracco.

La sede operativa del vettore, ed almeno una rimessa devono trovarsi nel territorio del Comune che ha rilasciato l’autorizzazione.

Per il vettore, è possibile disporre di utleriori rimesse nel territorio di altri comuni della stessa provincia o area metropolitana in cui ricade il territorio del Comune che ha rilasciato l’autorizzazione, previa comunicazione ai Comuni predetti.

PRENOTAZIONE ELETTRONICA

Per il cliente, va sottolineato come le prenotazioni di trasporto per il servizio di noleggio con conducente sono effettuate presso la rimessa o la sede, anche attraverso l’utilizzo di strumenti tecnologici.

L’inizio ed il termine di ogni singolo servizio di noleggio con conducente, devono avvenire presso le rimesse, con ritorno alle stesse.

Il prelevo e l’arrivo a destinazione dell’utente possono avvenire anche al dif uori della Provincia o dell’area metropolitana in cui ricare il territorio del Comune che ne ha rilasciatol’autorizzazione.

Nel servizio di noleggio con conducente vi è l’obbligo di compilazione e tenuta da parte del conducente di un foglio di servizio in formato elettronico.

ALCUNE ECCEZIONI…

L’inizio di un nuovo servizio può avvenire senza il rientro in rimessa, quando sul foglio di servizio sono già registrate, sin dalla partenza dalla rimessa o dal pontile d’attracco, più prenotazioni di servizio oltre la prima, con partenza o destinazione all’interno della Provincia o dell’area metropolitana in cui ricade il territorio del Comune che ha rilasciato l’autorizzazione.

Il servizio professionale di noleggio con conducente di Adriano Giuriola

Il servizio di noleggio con conducente di Adriano Giuriola, è pronto ad offrirvi soluzioni comode e professionali per raggiungere comodamente qualsiasi meta desiderate.

Il servizio è attivo 24 ore su 24 e vi condurrà verso le principali città nazionali ed europee, aeroporti e stazioni, raggiungendo rapidamente ospedali e meeting aziendali, fino a contribuire al vostro divertimento in occasioni speciali quali addii al celibato, serate in discoteca o fiere.

Scritto da |2019-01-02T10:19:33+00:0002 Gennaio 2019|Notizie|0 Commenti

Riguardo l'autore:

Adriano Giuriola NCC Staff
Il noleggio auto con conducente di Adriano Giuriola è una ditta che si trova a Villamarzana (in provincia di Rovigo), in Via XXV Aprile, 6 ed è a vostra disposizione, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, per offrirvi un servizio professionale ed efficiente di noleggio auto con conducente per qualsiasi evenienza.

Scrivi un commento